6. Forma e contenuto

La composizione tipografica all'interno della pagina

gabbia impaginazione

Distribuire in maniera armonica e funzionale immagini e testi all'interno di uno spazio, ad esempio una pagina, è un'arte che segue delle regole. Ordine e rigore formale sono, quasi sempre, un ottimo punto di partenza .

 


LA GABBIA DI IMPAGINAZIONE

 

Per disporre in maniera efficace e ordinata gli elementi all'interno della pagina si utilizza una gabbia di impaginazione che delimita i margini esterni e gli spazi entro i quali disporre testi e immagini (colonne).

Il tipo di gabbia da usare è funzionale al tipo di documento che state creando, alle dimensioni della pagina, alla modalità in cui il documento verrà fruito (carta? online?), a come (e se) verrà rilegato... 

In generale il mio consiglio è di usare margini ampi che danno "respiro" alla composizione e di non riempire tutto lo spazio a disposizione. Gli spazi vuoti in un impaginato sono importanti tanto quanto quelli pieni, a volte di più.

 

Progettare una gabbia di impaginazione è un lavoro complesso e sono da valutare diverse variabili. Per non entrare in tecnicismi, tipici del lavoro di un graphic designer (a cui vi rivolgerete per i lavori più complessi) mi limito a illustrarvi sommariamente alcuni tipologie di gabbie d'impaginazione.

 

Negli esempi che seguono la gabbia è colorata in arancio (ovviamente non è visibile nel lavoro finito, si usa solo come griglia di riferimento per posizionare bene i vari elementi), i testi sono rappresentati con le linee nere orizzontali, le immagini sono colorate in giallo.

gabbia impaginazione a colonna unica

 

Gabbia a colonna unica, valida per formati di piccole dimensioni. Infatti se si dovesse usare questo tipo di gabbia in un formato grande, la larghezza eccessiva della colonna di testo (giustezza) renderebbe la lettura difficoltosa.


gabbia impaginazione a 1 colonna asimmetrica


Gabbia a una colonna asimmetrica. 

Nota che le immagini, ma anche titoli, tabelle o box di testo) possono trasgredire la gabbia.


gabbia a 1 colonna con colonnino laterale

 

Gabbia a una colonna più un colonnino laterale sfruttabile per movimentare l'impaginato, con immagini, didascalie, ipertesti, titoli laterali ...


gabbia impaginazione a due colonne

 

Gabbia a due colonne.

Le immagini possono andare su una singola colonna o su doppia colonna.


gabbia impaginazione a tre colonne

 

Gabbia d'impaginazione a 3 colonne, adatta ai formati più grandi.


gabbia impaginazione 4 colonne

 

Gabbia a 4 colonne. Nota come aumentando il numero delle colonne l'impaginato può risultare più mosso.


doppia pagina di impaginazione

 

Se il documento è su doppia pagina e si prevede una rilegatura si deve prestare più attenzione ai margini.

L'impostazione classica prevede margini di misura crescente cominciando dal margine interno (1), superiore (2), esterno (3) e inferiore (4, quello più grande). Tuttavia se il documento avrà molte pagine è importante aumentare la misura del margine interno per non compromettere la leggibilità del testo.


 

LA COMPOSIZIONE DEL TESTO

 

All'interno di un documento esistono diversi modi per comporre un testo. 

 

Composizione a blocchetto 

Nella composizione "a blocchetto" tutte le righe di testo hanno la stessa giustezza (che sarebbe la lunghezza della riga di testo). questo tipo di composizione è chiamata anche "a pacchetto" o "giustificata".

Quando si usa una composizione a blocchetto è consigliabile usare un testo sillabato, vale a dire che, quando serve, le parole a fine riga vengono spezzate con un trattino per andare a capo, in maniera che la distanza tra le parole risulti costante e non ci siano righe di testo con parole molto distanziate tra loro. 

 

 

testo composto a blocchetto

Composizione a bandiera

La composizione "a bandiera sinistra" prevede che le righe di testo sono tutte di giustezza diversa e sono allineate a sinistra. Questo tipo di composizione vuole un testo non-sillabatosignifica che le parole a fine riga non vengono mai spezzate. È la composizione che si usa normalmente nei testi sul web.

Esiste anche la composizione "a bandiera destra" dove tutte le righe sono allineate a destra.

 

 

testo composto a sinistra

Composizione a epigrafe 

Nella composizione "a epigrafedetta anche composizione "centrata" tutte le righe di testo sono di giustezza diversa e sono allineate tra di loro al centro. Anche in questo tipo di composizione il testo deve essere non-sillabatoÈ un tipo di composizione che si usa solo in determinati contesti come ad esempio poesie, titoli, slogan pubblicitari. 

 

testo composto a epigrafe

Composizione a sagoma

Nella composizione "a sagoma" l'allineamento delle righe di testo segue la forma di una foto scontornata, o di un'illustrazione o di un oggetto. Usando un testo composto a pacchetto la sagomatura risulterà più evidente. È tuttavia possibile usare anche una composizione a bandiera, avendo cura di spostare la spalla della bandiera dalla parte dell'oggetto di cui seguire il profilo.

 


DA SAPERE  

  • I titoli vanno composti sempre senza sillabazione.
  • Quando titoli, sommari, introduzioni e brevi testi pubblicitari sono composti a bandiera è consigliabile usare una bandiera comandata, vale a dire che si mandano "a capo" forzatamente le parole in maniera da seguire il senso del testo, e che non rimangano a fine riga congiunzioni, articoli e preposizioni.
  • Elenchi puntati/numerati brevi vanno composti a bandiera e non sillabati. Tuttavia se un testo è molto ricco di elenchi e ciascun punto ha molto contenuto è più conveniente e gradevole comporli a blocchetto e sillabati.

>   ACHIVIO BLOG



 

Fonti bibliografiche:

G. Fioravanti Grafica & Stampa. Zanichelli, 1990

G. Fioravanti. Il dizionario del grafico. Zanichelli, 1997 

D. Hewson et al. Il manuale del desktop publishing. Zanichelli, 1995

A. Hohenegger. Graphic design. Romana Libri Alfabeto 1986

giorgio gandolfo picture

ABOUT ME  –  Studio graphic design allo IED di Roma. Ho all’attivo un’esperienza trentennale in tutti i campi della comunicazione visiva. Inizio a lavoarare come freelance per diverse agenzie... per 14 anni sono stato direttore creativo della new media agency Edra... i successivi 5 anni direttore creativo di Elsevier Italia, multinazionale dell'editoria tradizionale e online. Nel marzo del 2013 apro il mio studio grafico a Milano.

>  leggi tutto

milano view

CONTATTI  –  Vivo e lavoro a Milano, ma i nuovi media hanno azzerato le distanze. 

 

via Teodosio 60 - 20131 Milano 

T +39 02 2615446 - M  +39 339 7364345

eMail