7. Rigore e uniformità

Alcuni consigli per una composizione corretta e gradevole

costruzione lettera G

All'interno dello stesso documento è indispensabile che testi, titoli e tutti gli elementi che contribuiscono alla composizione tipografica siano uniformi per dimensioni, interlinea, colori, spaziature, allineamenti. Qui di seguito alcuni consigli per una composizione gradevole.

 


check list icon

Stabilite all'inizio la dimensione (corpo) del testo e l'interlinea e mantenetela costante per tutto il documento. 

  • NON ingrandite il testo per riempire una pagina che vi sembra troppo vuota, piuttosto usate un'immagine, un box, un grafico o lasciate lo spazio vuoto.
  • NON riducete la dimensione del testo se non entra tutto nella pagina, piuttosto accorciatelo o dividetelo su più pagine. 
check list icon

Decidete un ordine di titolature, in genere sono sufficienti tre livelli. Nei casi più complessi (scolastica, manualistica) si arriva anche a 6/7 livelli ma per una migliore comprensione da parte del lettore è consigliabile semplificare il più possibile.


check list icon

Per una lettura agevole la giustezza della colonna di testo deve essere proporzionale al corpo del carattere. Una larghezza eccessiva renderebbe difficoltosa la lettura, non dovrebbe quindi superare la larghezza media di 12/15 parole per riga.

 

check list icon

Fissate una linea di attacco testi e mantenetela costante in tutte le pagine del documento.  

Possono fare eccezione le pagine di apertura Parte o Capitolo che generalmente hanno un attacco testi più basso.

 

check list icon

Gli spazi vuoti sono importanti tanto quanto quelli pieni. Servono per dare aria alla composizione tipografica, a esaltarne le qualità grafiche della pagina sottolineando i pieni. Non abbiatene timore.

 


DA SAPERE 

  • L'insieme delle caratteristiche tipografiche di ciascun elemento quali font, dimensioni, interlinea, allineamento, sillabazione, giustificazione, colore, etc...  viene chiamato stile o foglio stile. Esistono stili di carattere, stili paragrafo, stili oggetto, stili tabella... e servono appunto per uniformare e rendere più piacevole, ma anche più comprensibili, i contenuti.
  • Giustezza è la larghezza di una colonna di testo. Si misura in righe tipografiche.
  • Interlinea è la distanza tra una riga di testo e l'altra. Ad esempio: un testo Helvetica corpo 16 con interlinea 20 (si legge: sedici su venti) significa che ha uno spazio di 4 punti tra una riga e l'altra.

>   ACHIVIO BLOG



 

Fonti bibliografiche:

G. Fioravanti Grafica & Stampa. Zanichelli, 1990

G. Fioravanti. Il dizionario del grafico. Zanichelli, 1997 

D. Hewson et al. Il manuale del desktop publishing. Zanichelli, 1995

A. Hohenegger. Graphic design. Romana Libri Alfabeto 1986

giorgio gandolfo picture

ABOUT ME  –  Studio graphic design allo IED di Roma. Ho all’attivo un’esperienza trentennale in tutti i campi della comunicazione visiva. Inizio a lavoarare come freelance per diverse agenzie... per 14 anni sono stato direttore creativo della new media agency Edra... i successivi 5 anni direttore creativo di Elsevier Italia, multinazionale dell'editoria tradizionale e online. Nel marzo del 2013 apro il mio studio grafico a Milano.

>  leggi tutto

milano view

CONTATTI  –  Vivo e lavoro a Milano, ma i nuovi media hanno azzerato le distanze. 

 

via Teodosio 60 - 20131 Milano 

T +39 02 2615446 - M  +39 339 7364345

eMail